Levoni, i buoni salumi italiani si fanno digital con CrowdM


Siamo molto felici di annunciare che Levoni, la storica azienda di salumi made in Italy, ha scelto CrowdM per la sua strategia digital e social.

Levoni è da sempre sinonimo di tradizione, bontà e qualità tutta italiana, così come CrowdM lo è di creatività, tecnologia e community.

Nata nel 1911, l’azienda Levoni mantiene ancora oggi una gestione familiare e conta oltre 500 dipendenti e 4 siti produttivi. In questi ultimi si realizzano i salumi che l’hanno resa famosa in tutto il mondo, con una catena produttiva che – dalla nascita dei suini, all’allevamento, alla trasformazione – si svolge interamente in Italia, per poi raggiungere tutto il Bel Paese e oltre 50 Paesi esteri.

Anche CrowdM, con una presenza consolidata a Trieste e a Milano e un’attività premiata da prestigiosi riconoscimenti in Italia e all’estero, deve la sua forza al team di professionisti e risorse in-house che garantiscono il controllo a 360° di ogni fase e aspetto di una strategia digitale: dalla concezione alla realizzazione; dal monitoraggio di brand e competitor all’ottimizzazione e perfezionamento della strategia stessa. Il tutto modellato sulle esigenze del cliente.

Proprio per garantire ed esaltare i valori chiave del brand Levoni, il nostro obiettivo strategico si fa in tre:

  • permettere ai consumatori finali di approfondire la conoscenza dei prodotti;
  • fidelizzare e supportare le salumerie e i ristoranti che hanno scelto Levoni;
  • consolidare la percezione di qualità, bontà e tradizione tutta italiana racchiusa nei salumi Levoni.

Come afferma il nostro CEO Silvio Stafuzza, “Siamo onorati di aver acquisito uno dei principali marchi del food italiano. La nostra proposta è orientata ad esaltare la leva che ha fatto di Levoni un sinonimo di qualità sia tra i consumatori finali che nella ristorazione di alto livello. Lavorare sulla qualità ci consente di mettere in campo le idee migliori e le strategie più innovative”.

Il celebre logo Levoni – un maialino con le ali – risale al 1913, anno in cui Ezechiello Levoni si è aggiudicato – con il suo salame ungherese –  la medaglia d’oro all’Esposizione Internazionale “Modern Arts & Industry” di Londra, smentendo i pronostici che lo davano vincitore “soltanto il giorno in cui ai maiali spunteranno le ali”.

“Da quel giorno – spiega Silvio – Levoni merita le ali della qualità che sono quelle con cui vogliamo spingerlo sulle vette dei social e del digital marketing.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn